SALERNO - Tante fiammelle si sono accese a illuminare l’atrio della Cattedrale componendo la scritta “W San Matteo” poi la festa è culminata con i colori dei fuochi artificiali.

 

La pioggia che batteva incessante si è fermata, quasi volesse onorare l’apostolo. Con la cerimonia dell’Alzata del panno su cui è ritratto l’evangelista che dall’alto veglia e difende la “sua” Salerno si inaugurano i 30 giorni che la Diocesi dedica alla figura del patrono.